chinooky.com

Con il termine “soft landing”, atterraggio morbido in italiano, ci si riferisce a uno scenario in cui l’economia passa da un periodo di rapida crescita a un livello di espansione più sostenibile e stabile senza sperimentare una grave rallentamento o una recessione. Si tratta essenzialmente di una decelerazione controllata dell’attività economica e dell’inflazione.

L’atterraggio morbido è ciò a cui mirano le banche centrali quando aumentano i tassi di interesse per raffreddare l’economia evitando le conseguenze negative di una forte contrazione economica, come l’aumento della disoccupazione, il calo della produzione e l’instabilità finanziaria.

Quando i tassi di interesse vengono aumentati in modo lento e costante, i consumatori sono in grado di adattarsi ai cambiamenti e non causano danni significativi. Questo aumento graduale li aiuta a fare piccole riduzioni, che alla fine si sommano per avere un impatto significativo sull’economia. Questa azione mira anche a evitare i cicli boom-bust che possono portare a problemi a lungo termine, come l’aumento delle disuguaglianze di reddito e della povertà.

Con l’inflazione che rallenta e la Federal Reserve che ha molto probabilmente finito di aumentare i tassi di interesse, gli investitori e i mercati ritengono che il soft landing sia lo scenario più probabile. Tuttavia, la storia suggerisce che gli atterraggi morbidi sono molto rari. Dal 1980 la Fed è stata in grado di realizzare un atterraggio morbido solo una volta: nel 1995.

Da cosa dipende il soft landing?

La possibilità di un atterraggio morbido dipende dalle circostanze economiche, dalle risposte politiche ma anche da eventi imprevisti. 

Le banche centrali svolgono un ruolo cruciale nella gestione dei cicli economici. Se una banca centrale è in grado di attuare le giuste misure politiche in maniera tempestiva, un atterraggio morbido può essere fattibile. Per quanto riguarda l’inflazione, è fondamentale che la banca centrale raggiunga un equilibrio per evitare di soffocare troppo la crescita e provocare una recessione.

Oltre alla politica monetaria, anche le misure fiscali (spesa pubblica e tassazione) possono influenzare i risultati economici. 

L’interconnessione dell’economia globale significa che eventi e condizioni al di fuori dei confini di un paese specifico possono influenzarne la traiettoria economica. Fattori come le tensioni commerciali internazionali, gli eventi geopolitici e i rallentamenti economici globali possono influire sulla possibilità di un atterraggio morbido.

Il soft landing è possibile oggi?

Con una continua disinflazione e un mercato del lavoro forte, un atterraggio morbido è ancora possibile. Esiste però sia il rischio di un inasprimento della politica monetaria insufficiente che il rischio di un inasprimento eccessivo.

La Fed ha alzato i tassi di interesse rapidamente lo scorso anno e più lentamente quest’anno, effettuando il suo ultimo rialzo a luglio. Da allora ha mantenuto il tasso di riferimento stabile in un intervallo tra il 5,25%-5,50%. L’inflazione, invece, ha raggiunto il picco la scorsa estate al 7,1% secondo la misura preferita dalla Fed. L’indice dei prezzi delle spese per consumi personali è aumentato del 3,4% a settembre, spinto al ribasso dai maggiori oneri finanziari e dai miglioramenti nelle catene di approvvigionamento.

L’economia è ancora in crescita e i consumatori continuano a spendere. C’è quindi la possibilità che il continuo slancio della domanda possa mantenere l’economia e il mercato del lavoro tesi e rallentare il ritmo della disinflazione.

Sempre più lavoratori sono entrati nel mercato del lavoro per soddisfare la domanda ancora forte di lavoratori. Ma ci sono segnali di potenziale stress in vista, con le famiglie a basso reddito che hanno esaurito i loro risparmi e le piccole imprese che fanno affidamento su prestiti a breve termine mentre si trovano ad affrontare condizioni di credito nettamente più restrittive. 

Se vuoi leggere altri articoli e news in ambito economico, consulta il nostro blog ogni settimana e rimani aggiornato!

Flavio Leone

Author Flavio Leone

Copywriter e ghostwriter professionista su https://leoneflavio.it/

More posts by Flavio Leone

Leave a Reply