Investimento emotivo – L’influenza delle narrative di mercato

Investimento emotivo - narrative di mercato

Condividi questo articolo

Investimento emotivo – L’influenza delle narrative di mercato

Uno dei problemi che affligge molti trader è l’investimento emotivo. Ti è mai capitato di leggere o ascoltare una notizia e di esserne poi emotivamente coinvolto e di avvertire una forte sensazione che ti spinge nel compiere un azione? 

Questo accade quando ci si lascia influenzare da fattori esterni. Proprio per queste ragioni in questo articolo andremo a vedere come le narrative di mercato possono incidere sulle scelte dell’investitore.

Cosa influenza le narrative di mercato?

Nulla cambia le narrative di mercato quanto un cambiamento di prezzo. Mano a mano che il mercato scende, i titoli dei giornali diventano sempre più ribassisti. Quando l’azionario sale invece le headline si ammorbidiscono.

Allo stesso tempo, anche i prezzi delle azioni sono influenzati dalle narrative dominanti. Una storia negativa può spingere le azioni molto al di sotto del loro valore e viceversa. 

Con l’S&P in calo del 25% a giugno di quest’anno, le narrative prevalenti riguardavano una recessione imminente, un errore politico della Fed, l’inflazione fuori controllo e il rallentamento della crescita globale.

headline notizia di mercato

Quest’estate però, il mercato ha guadagnato più del 18%. Durante il rally i giornali hanno cambiato totalmente tono. Tra le nuove storie c’erano il soft landing della Fed, il raggiungimento del picco dell’inflazione e una possibile inversione della politica monetaria (Fed pivot).

headline market 2

Tutto ciò che è servito per cambiare il sentiment sono stati prezzi delle azioni più alti. 

Sembra scontato dire che appena il rally estivo si è esaurito le headline sono diventate di nuovo pessimistiche.

S&P Animal Spirit Sentiments - Investimento emotivo

L’economia narrativa e l’investimento emotivo

L’economia narrativa si occupa di studiare le narrazioni popolari che si diffondono tramite un contagio, proprio come le malattie. 

Gran parte dell’influenza della narrativa deriva dalla viralità della storia. Una buona storia può essere convincente, ma una bella storia può diventare virale ed è in grado di influenzare le decisioni economiche ed i pensieri delle persone. 

Proprio da qui sorgono i casi di “investimento emotivo”, effettuato senza seguire una razionalità o degli studi effettuati ma semplicemente affidandosi alle news del momento.

Quando una storia tende ad essere sulla bocca di tutti significa che il suo tasso di contagio è aumentato. Il vero problema sorge nel momento in cui questa storia non corrisponde alla realtà nonostante sia ormai virale.

I tassi di contagio delle storie sono influenzati da cose come la somiglianza con eventi recenti (recency bias), connessioni con celebrità e, talvolta, anche dalla loro falsità.

Le narrative di mercato possono essere attraenti ma allo stesso tempo rappresentano un rischio per gli investitori. Quando crediamo a una storia avvincente possiamo finire per prendere decisioni che vanno contro i nostri interessi. 

Investimento emotivo – Perché gli investitori si affidano alle narrative?

Le storie sono molto più persuasive degli argomenti logici. In qualche modo, siamo dipendenti da esse perché aiutano il nostro cervello ad evitare il disagio.

Quando si tratta di mercato azionario, l’incertezza e l’ambiguità fanno da padrone. Ecco perché gli investitori tendono ad aggrapparsi alle storie, cercando di dare un senso a quello che non capiscono. Rivolgersi alle narrative aiuta a prendere decisioni in mezzo all’incertezza.

Le storie colmano le lacune di informazioni limitate, trasformando le nostre emozioni in punti di riferimento cognitivi quando abbiamo a che fare con nuovi eventi.

In che modo le narrative influenzano i mercati?

Uno studio cinese ha dimostrato che i titoli associati a narrazioni popolari sovraperformano i titoli associati a narrazioni in declino. 

Due ricercatori dell’Università del Missouri hanno scoperto un effetto simile negli Stati Uniti. Dat Mai e Kuntara Pukthuanthong hanno esaminato più di 2 milioni di articoli sul Wall Street Journal e sul New York Times dal 1871, analizzando la prevalenza di alcune parole chiave.

Sulla base della loro analisi hanno individuato due narrazioni chiave che hanno influenzato la direzione generale del mercato azionario: “panico” e “bolla“.

Quando il numero di articoli associati al panico e parole chiave simili è aumentato, i rendimenti del mercato azionario statunitense nei successivi 12 mesi sono stati in media del 5,5% superiori al normale. 

Quando il numero di articoli associati alla bolla del mercato azionario è aumentato, i rendimenti delle azioni sono diminuiti in media del 4,6% nei 12 mesi successivi.

In altre parole, quando tutti sono in preda al panico è un buon momento per acquistare azioni. Ma quando tutti sono preoccupati per una bolla del mercato azionario, è probabile che abbiano le loro ragioni. Ciò non significa che il mercato crollerà, ma che potrebbe andare incontro a performance inferiori. 

Dovresti affidarti alle narrative per fare trading?

Per quanto affidarsi alle narrative possa sembrare attraente, fare trading seguendo i titoli dei giornali non dà nessun vantaggio ad un investitore. 

Al contrario, se segui le narrative probabilmente ti stai trovando in mezzo alla folla: la maggioranza si trova spesso dalla parte sbagliata. Stai effettuando un investimento emotivo, dettato dalle sensazioni del momento.

Leggere i giornali aiuta, tuttavia, a capire su cosa il mercato si sta concentrando in un determinato momento e come alcuni aspetti possono essere inseriti all’interno di un contesto.

 

Altri articoli

Minute FED
Senza categoria

Minute FED: cosa sono e il loro impatto sui mercati

Minute FED: cosa sono e il loro impatto sui mercati I Minute FED sono una comunicazione rilasciata tre settimane dopo la riunione del FOMC che fornisce un riepilogo delle decisioni

Truffa exchange FTX
Articoli

Truffa Exchange FTX: le conseguenze per il mondo crypto

Truffa Exchange FTX: le conseguenze per il mondo crypto Avrete senz’altro sentito parlare della truffa dell’exchange FTX, il terzo più grande al mondo in termini di volumi di scambio di